Ho presentato a Bruxelles il progetto internazionale WISE4ALL (Women for Innovative Society in Europe), che si prefigge di aumentare la partecipazione femminile alla società dell’informazione e della conoscenza affinché la società digitale diventi più inclusiva.
Le donne sono ancora troppo spesso sottorappresentate, nonostante ricoprano un ruolo fondamentale in tutti processi di cambiamento culturale.
L’innovazione sociale digitale potrebbe essere uno strumento importante per ripensare le pari opportunità.
Un comitato scientifico multidisciplinare – costituito da Università, centri di ricerca, cooperative e associazioni di tutta Europa – metterà assieme esperienze e buone pratiche. Nell’Europa del futuro ci saranno molte più donne nella ricerca e nell’innovazione, perché il progresso “non è questione di genere”.